Sbarchi

Catania: fermati due scafisti

Sbarco
25 ago 2016 - 16:19

CATANIA Sono due gli scafisti, di origine senegalese e gambiana, arrestati dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza di Catania perchè responsabili dello sbarco dei 552 migranti di martedì 23 agosto.

I due sono indiziati del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

I migranti sono tutti partiti dalle coste libiche e giunti al Porto di Catania nella mattinata del 23 a bordo della nave “AQUARIUS” di medici senza frontiere, che li ha soccorsi in acque internazionali dopo tre ore di navigazione.

Seguendo un consolidato protocollo investigativo, realizzato d’intesa con la Procura distrettuale, gli investigatori della Squadra Mobile e del G.I.C.O. della Guardia di Finanza sono riusciti ad individuare gli scafisti.

Grazie alle indagini, polizia e finanza hanno potuto ottenere le prove necessarie all’adozione del provvedimento di fermo nei confronti di Nyon Mansour, senegalese di 23 anni, e Darboe Buba, ventottenne di origini gambiane.

105098_20160823_175456 105099_20160823_180343

In particolare, è stato accertato che Nyon Mansour fosse il conducente di uno dei gommoni con a bordo 126 migranti, mentre Darboe Buba fungeva da assistente alla navigazione con l’uso di una bussola.

A conclusione delle attività, i due fermati sono stati condotti nella casa circondariale di “Piazza Lanza” e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA