Droga

Catania, dall’arrosto all’arresto: presi 3 ambulanti che spacciavano in zona Pescheria

Duro colpo alla mafia dei Nebrodi, 23 persone in manette
Duro colpo alla mafia dei Nebrodi, 23 persone in manette
28 gen 2016 - 12:59

CATANIA – Sono passati “dall’arrosto all’arresto” i i tre giovani che nella giornata di ieri sono stati sorpresi dagli agenti delle Volanti. Le manette sono scattate ai polsi dei fratelli Gaetano Finocchiaro, di 33 anni, Salvatore Finocchiaro di 35 anni e Massimo Francesco Sicali di 37 anni.

I tre avevano una bancarella di carciofi arrostiti nei pressi della pescheria, zona villa Pacini, dove spacciavano marijuana ed hascisc.

A seguito di una segnalazione sono scattati i controlli degli agenti che hanno notato la presenza di più giovani che confabulavano con i tre gestori della bancarella che nascondevano la “merce” tra i carciofi in un’ape parcheggiata poco distante.

Così gli agenti sono intervenuti con le perquisizioni e nella tasca dei pantaloni di Finocchiaro hanno rinvenuto 405,00 euro, prevalentemente in banconote di piccolo taglio, mentre dentro il furgone è stata rinvenuta una busta contenente 26 dosi di hascisc, poi quantificate in grammi 45 circa.

Addosso a Salvatore Finocchiaro è stato trovato un mazzo di chiavi di un’autovettura, poi risultata di sua proprietà, al cui interno è stata trovata una busta di marijuana, del tipo “Skunk”, poi quantificata in grammi 400 circa lordi, nonché una cassetta corazzata, chiusa a chiave, contenente un bilancino di precisione e 230 grammi circa di hascisc. Per tutti gli arrestati il pm di turno ha disposto la reclusione presso il carcere di piazza Lanza.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento