Rifiuti

Catania: bonificata la discarica abusiva di via Badia

Via Badia spazzatura bonifica sacchi sporcizia
31 mar 2016 - 17:57

CATANIA – Oggi la discarica abusiva di via Badia è stata completamente bonificata. Il lavoro è stato portato a termine e le segnalazioni dei cittadini hanno avuto una pronta risposta.

Un’azione portata a termine dalla sinergia dell’amministrazione centrale e del consiglio circoscrizionale di San Giovanni Galermo-Cibali-Trappeto Nord, grazie al suo presidente Emanuele Giacalone, il vice presidente Giuseppe Zingale e il consigliere Santo Arena.

arena-giacalone-zingale

I risultati ottenuti negli anni precedenti attraverso questa collaborazione non sono mai stati visti. Questo è il primo passo per ottenere maggiori servizi e infrastrutture per via Badia.

Giuseppe Zingale, come vice presidente della municipalità di San Giovanni Galermo-Cibali-Trappeto Nord, insieme al presidente Giacalone e al consigliere Arena vuole ringraziare tutto il personale comunale che ha reso possibile la pulizia straordinaria.

Montagne di materiale di ogni tipo raccolte in cassoni carrabili con la speranza che i cittadini contribuiscano a mantenere il decoro dell’intera zona. Un impegno che passa anche dalle segnalazioni alle forze dell’ordine qualora qualche cittadino poco civile continui a lasciare la spazzatura ai bordi della via.

Una zona frutto della speculazione edilizia che ha investito San Giovanni Galermo nel corso degli anni ’80. I residenti oggi devono convivere con disagi di ogni tipo, compreso un manto stradale in pessime condizioni.

Sfortunatamente una parte della via è di proprietà privata e quindi il consiglio di quartiere può agire solo su alcune zone del rione di interesse pubblico. Con la collaborazione dei residenti delle palazzine circostanti, però, è stato possibile dotare l’area di cassonetti per la raccolta della spazzatura.

Il prossimo passo dell’amministrazione centrale, invece, mira alla convocazione di un tavolo tecnico con il sindaco e gli assessori al ramo per discutere di tutte le criticità che si concentrano nella zona ovest del quartiere.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA