Confcommercio

“Catania aperta per crisi” anche ad agosto

catania
7 ago 2015 - 16:42

CATANIA - Non sono più le ferie di tanti anni fa, nè tanto meno i tempi degli anni passati in cui, ad agosto, soprattutto nel periodo del tanto atteso “ponte” di Ferragosto, i negozianti abbassavano le saracinesche dei loro magazzini per andare in ferie e godersi l’estate. 

La crisi, che ormai da tempo ha travolto Catania e dintorni, costringe quest’anno i proprietari dei negozi a rimanere “aperti per crisi”. 

A parte il giorno di Ferragosto, nei restanti giorni del mese, a chiudere saranno soltanto i settori tecnici come ferramenta a colori, autoricambi, sanitari, computer. Anche il settore “gioielleria” vedrà appeso alla saracinesca il cartello “chiuso per ferie” ma, i restanti, dall’alimentare alle calzature all’abbigliamento, vedranno le loro “ferie” andare in fumo e, costretti dalla crisi, resteranno aperti. 

Il vice direttore della Confcommercio, Francesco Sorbello, ha così spiegato meglio la situazione: “La crisi ed il vertiginoso calo dei consumi degli ultimi sette anni ha messo in ginocchio molte imprese e comunque ha ridotto la capacità di resistenza agli eventi negativi che inevitabilmente ci sono sempre stati”.

Una Catania, insomma, “aperta per crisi” che saluta le ferie. 

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento