Provvedimento

Caso Pepi, il Gip di Ragusa ordina domiciliari senza braccialetto elettronico

Tribunale Ragusa
21 nov 2016 - 18:41

RAGUSA - Oggi, 21 novembre, il G.I.P. del Tribunale di Ragusa, il dott. Giovanni Giampiccolo, ha disposto la scarcerazione e il trasferimento agli arresti domiciliari senza l’utilizzo del braccialetto elettronico (ancora non disponibile poiché è trascorso soltanto un mese dall’emissione del precedente provvedimento) di Gaetano, Alessandro, Antonino e Marco Pepi, rispettivamente padre e figli, tutti detenuti per l’omicidio di Giovanni Dezio, avvenuto nelle campagne di Vittoria lo scorso febbraio.

Il G.I.P. ragusano, infatti, accogliendo l’istanza dell’avv. Giuseppe Lipera, legale della famiglia Pepi e tenendo conto del parere favorevole espresso dal pm Valentina Botti, ha sostituito per i quattro imputati la misura della custodia cautelare in carcere con quella degli arresti domiciliari semplici.

Pratica avvocati

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA