Protesta

Caso Myrmex, i sindacati alimentano le polemiche: “Avviamo subito un tavolo di trattativa”

lavoratori myrmex
8 feb 2016 - 11:42

 CATANIA - Continuano le polemiche riguardo i 62 ricercatori licenziati dalla Myrmex che oggi stanno protestando davanti i cancelli del laboratorio della zona industriale di Catania, cercando di ottenere un’assemblea in azienda.

“Non si sono presentati – spiegano i sindacati - i dirigenti della società che hanno inviato i telegrammi di preavviso di licenziamento tre giorni fa, con un eccesso di zelo non previsto dalla procedura”.

“Se qualcuno pensa che attraverso i licenziamenti ci si libera dei lavoratori fa un grande errore - commentano Margherita Patti segretario Cgil e Peppe D’Aquila, segretario della Filctem Cgil – Non intendiamo subire questo scippo. Facciamo nostro l’hashtag dei lavoratori #lamyrmexènostra. Ne rilanciamo un altro: #bastachiacchiere”.

“La Regione faccia valere la delibera di giunta – affermano i sindacati – per riprendersi il centro ed avviamo subito un tavolo di trattativa per cederlo alla cooperativa che i lavoratori hanno costituito. Loro sono disposti ad investire nell’operazione lo stesso prezzo che ha pagato l’Ad della Myrmex, a Pifizer nella cessione del ramo d’azienda”.

“Il centro di ricerca ha enormi potenzialità e i lavoratori costruiranno alleanze con le università, altri centri di ricerca e con il Miur. Saranno in grado di dimostrare tutte le potenzialità che un centro come questo può esprimere. Chi vuole depredare il territorio per poi scappare con il bottino - concludono Cgil e Filctem – deve fare i conti con la lotta dei lavoratori che non consentiranno questo scempio”. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA