Denuncia

Caso Maniaci: la difesa accusa carabinieri e Procura

pino_maniaci
23 set 2016 - 17:15

PARTINICO - Continua a far parlare il caso Maniaci, che vede il direttore di Telejato, giornale locale della cittadina palermitana, indagato per estorsione.

Paradossalmente, la difesa ha sporto denuncia contro i carabinieri di Partinico e contro la Procura, accusati di aver diffuso notizie coperte da segreto istruttorio. 

La denuncia, presentata al tribunale di Caltanissetta, competente per le situazioni con risvolti penali che riguardano la Procura di Palermo, include anche il reato di abuso d’ufficio. Secondo la difesa, infatti, il caso Maniaci non ha nulla a che vedere con l’operazione Kelevra, la stessa che ha portato all’arresto di alcuni dei mafiosi di Borgetto e in cui è stato inserito anche il fermo di Pino Maniaci.

I legali dell’imputato, gli avvocati Bartolomeo Parrino e Antonio Ingroia, hanno chiesto di avere e analizzare le registrazioni in cui Silvana Saguto, ex presidente della sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo, parla di Telejato, riportate dal Giornale di Sicilia il 21 ottobre scorso.

La Saguto parla della tv di Partinico con il prefetto Cannizzo e dice: “Ha le ore contate”. E ancora, lei stessa, commentando la denuncia per stalking di Cappellano contro Maniaci, dichiara: “Se questi si spicciassero noi non avremmo bisogno di fare niente”.

La difesta chiede, ancora, di accertare se tra i carabinieri di Partinico e la signora Saguto ci siano stati incontri o contatti che possano lasciare intravedere una strategia persecutoria nei confronti di Pino Maniaci.

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA