Mafia

Caso estorsioni a Rizzacasa: condannato a 10 anni Lo Piccolo jr

Sandro Lo piccolo
11 giu 2016 - 07:37

PALERMO  - È stato condannato a dieci anni di carcere Sandro Lo Piccolo per avere imposto il pagamento del pizzo sulla costruzione di un residence a Carini. Parliamo di una delle tante e lunghe estorsioni subite e denunciate dal costruttore Vincenzo Rizzacasa.

Come riporta LiveSicilia, la sentenza per il boss, figlio del capomafia di San Lorenzo, è stata inflitta dal Tribunale presieduto da Fabrizio La Cascia, dopo che era stata accolta la richiesta del pubblico ministero Pierangelo Padova.

 

Inizialmente Riccasa non venne ascoltato dalle forze dell’ordine e le sue denunce caddero nel vuoto e finì addirittura sotto processo per intestazione fittizia di beni. Per alcuni anni fu considerato prestanome dei costruttori Sbeglia.

Arrivarono l’incriminazione e i processi dove si è sempre difeso con l’assistenza dell’avvocato Giuseppe Oddo. La Cassazione lo assolse definitivamente dopo che lui stesso aveva rinunciato alla prescrizione. Voleva essere scagionato nel merito.

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA