Risarcimento

Caso Calcio Catania, il Codacons: “2000 euro di rimborso per ogni tifoso”

tifosicatania
28 giu 2015 - 12:22

CATANIA - Potrebbero ottenere un risarcimento pari a 2000 euro i tifosi delle squadre coinvolte nello scandalo “Calcio Catania” che ha fatto inorridire gli amanti della squadra etnea e tutto il panorama calcistico nazionale. “Catania tifosi traditi”, infatti, è il nome dell’azione risarcitoria lanciata dal Codacons che mira a “rimborsare” ogni singolo tifoso e anche chi ha scommesso sulle partite incriminate. 

Dopo l’annunciata rassegna delle dimissioni del presidente della società Nino Pulvirenti, proprio ieri migliaia di sostenitori catanesi sono scesi in campo per le vie centrali della città “do’ liotru” con l’obiettivo di protestare e manifestare tutto il proprio dissenso.

Corre quindi in parallelo con le intenzioni delle proteste, l’iniziativa dell’associazione consumatori che ha già reso disponibile il proprio sito alla fruizione dei tifosi. In qualità di soggetti offesi per danni morali e patrimoniali subiti, questi ultimi potranno scaricare gratuitamente il modulo per inserirsi nel procedimento aperto a Catania e chiedere l’indennizzo.

“Oltre alla buona fede tradita - riferisce il Codacons – i tifosi hanno speso denaro al fine di acquistare abbonamenti e biglietti per accedere allo stadio, mentre gli scommettitori hanno puntato su partite il cui esito era già stato stabilito sempre per seguire seguire la propria squadra del cuore – conclude il Codacons -. Soldi che ora dovranno essere restituiti dai soggetti responsabili di illeciti”.

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento