Analisi

Caso Acquapark di Monreale, direttore Asp: “Ecco alcuni consigli per i genitori”

acquapark
5 lug 2016 - 16:26

MONREALE - Stando ai parametri riscontrati in queste analisi effettuate dai nostri ispettori la sospensione dell’attività nella struttura di Monreale era inevitabile”: iniziano così le dichiarazioni del direttore generale dell’Asp, Antonino Candela che, come riportato da LiveSicilia, ha spiegato la situazione igienico-sanitaria nelle strutture di divertimento dopo il caso dell’Acquapark di Monreale

Dopo i nove bambini finiti in ospedale con febbre, vomito e diarrea, l’Asp è subito intervenuta sospendendo l’attività e spiegando come i “parametri microbiotici non sono conformi, sia nel settore delle docce che nelle piscine”.

“L’eventuale riapertura e ripresa dell’attività di balneazione è subordinata alla sanificazione dell’impianto. Un iter dopo il quale i nostri ispettori effettueranno nuovi e accurati controlli per accertare che l’impianto sia completamente a norma e che i parametri risultati non conformi siano in regola”, ha continuato il direttore generale.

Intanto, Candela ha rilasciato alcuni avvertimenti per i genitori dei piccoli: “Consigliamo di portare i propri figli in strutture in cui sicurezza ed igiene siano garantite. Al primo sospetto è bene contattare il nostro dipartimento di Prevenzione, pronto ad effettuare controlli immediati per tutelare la salute pubblica. È possibile recarsi subito in via Enzo Sellerio 45 a Palermo o contattare lo 0917032392. Oppure mandare una mail all’indirizzo direzionegenerale@asp.org. I nostri controlli ispettivi sono periodici e nell’ultimo anno sono stati particolarmente consistenti”.

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA