Tradizione

Carnevale di Acireale, sospesa la prima sfilata. Grande successo per Milo Manara

Carnevale acireale
1 feb 2015 - 18:30

ACIREALE – Era tutto pronto, i carri già in posizione e la folla pronta a godere, per un altro anno ancora, della grande tradizione del carnevale di Acireale. Com’era previsto, però, le condizioni meteorologiche avverse e il forte vento hanno causato l’annullamento della prima grande sfilata dei carri allegorici per ragioni di sicurezza.

Per cercare di venire incontro alle tante persone accorse in territorio acese il Comune ha mantenuto aperti e fruibili ai visitatori la mostra del “XIX Concorso Carri in miniatura”, in corso Umberto 118, la “XVIII Mostra sul Carnevale – Concorso Disegno su Cartolina e Mostra Bozzetti”, in piazza Duomo 16, e l’esposizione “MILO MANARA – Tutti i ciack della seduzione”, nella Galleria del Credito Siciliano che sta riscuotendo più successo di tutte.

Mentre, infatti, ancora in piazza Duomo si aspetta di festeggiare, la Galleria è stata assediata da centinaia e centinaia di fan, estimatori e curiosi del fumettista italiano più famoso.

Conosciuto in Italia e all’estero per il fascino sensuale delle sue tavole, Manara ha allietato i presenti parlando della prossima uscita della seconda parte di Caravaggio, del ruolo narrativo del fumetto nella società contemporanea, degli aneddoti che lo legano a Federico Fellini ed ha presentato, appunto, il suo progetto per il Carnevale di Acireale.

Tra le 60 opere esposte al Credito siciliano, spiccano i 7 bozzetti inediti realizzati dal maestro proprio per la manifestazione, che potrebbero essere i protagonisti di un progetto realizzato per il prossimo Carnevale estivo.

La mostra comprende una raccolta di illustrazioni, tavole di fumetti, bozzetti e cimeli legati alla produzione artistica di Milo Manara e si snoda in due percorsi che fanno immergere il visitatore nelle atmosfere sensuali e cariche di fascino oltre che nella dimensione surreale del grande maestro italiano del fumetto.

Commenti

commenti

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento