Investimenti

Capomulini, la Item presenta il progetto dell’hotel Hilton. In visita il giovane sceicco Ahmed Al Hamed

A sinistra Sua Altezza Sh Ahmed bin Hamed Al Hamed mentre parla con l’arch. Roberto Rao dello Studio KWG durante il sopralluogo che si è tenuto ieri nel cantiere di Capomulini. KWG è lo studio di architettura che cura l’interior design del nuovo Hilton Catania Capomulini
A sinistra Sua Altezza Sh Ahmed bin Hamed Al Hamed mentre parla con l’arch. Roberto Rao dello Studio KWG durante il sopralluogo che si è tenuto ieri nel cantiere di Capomulini. KWG è lo studio di architettura che cura l’interior design del nuovo Hilton Catania Capomulini
30 lug 2015 - 13:15

CATANIA  – Si è tenuto oggi l’incontro tra l’amministratore delegato della Item, Salvo La Mantia, e il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, durante il quale sono stati presentati i render degli interni e del landascape del nuovo hotel Hilton Catania Capomulini che diventerà il punto di riferimento per il turismo del Mediterraneo.

Gli stessi progetti hanno già avuto l’approvazione dello sceicco Al Hamed, principale investitore del progetto, con cui La Mantia si è incontrato la settimana scorsa al Palace di Abu Dhabi.

Ieri, anche il figlio dello sceicco, Sh Ahmed, per la prima volta a Catania, vedendo il progetto degli interni lo ha definito come il più affascinante e bello in cui stanno investendo.

Durante la visita il giovene sceicco ha fatto un sopralluogo nel cantiere di Capomulini che ha riconfermato essere il punto di partenza per lo sviluppo di altre attività in Sicilia.

Oltre a Tom Russell, a cui è affidato il progetto architettonico, Marella Ferrera, che segue la direzione creativa, e lo studio di architettura KWG, che cura l’interior design, si è recentemente aggiunto il botanico tedesco Knud Megerle, per assicurare che gli spazi esterni, il “verde”, si integrino perfettamente con l’architettura e il design dell’hotel.

I render degli interni mostrano come saranno organizzati gli spazi dedicati agli ospiti: delle circa 400 stanze, oltre 70 sono suite caratterizzate da una zona living indipendente dalla zona notte per poter sfruttare al meglio gli spazi.

Le due suite presidenziali, ognuna di circa 700 mq, infine, dispongono di una spa riservata e di una piscina privata.

Ampi gli spazi attrezzati dedicati agli ospiti: campi sportivi, in cui praticare tennis e pallavolo/pallacanestro; 6 piscine, tra cui 1 interna e 1 olimpionica fronte mare in cui sarà possibile organizzare partite di pallanuoto in campo regolamentare.

In omaggio alla tradizione locale, non mancherà “il ciospo”, il classico chiosco siciliano dove gli ospiti potranno gustare la tipica colazione con granita e brioche.

Salvo La Mantia, amministratore delegato di Item, intervistato telefonicamente da NewSicilia.it spiega che “il cronoprogramma dei lavori è sinora rispettato e vi è stata una tempistica precisa per la ristrutturazione dei locali e la prosecuzione degli interventi”.

“Sentiamo gli enti locali e nazionali – prosegue La Mantia - molto vicini a noi. Ho incontrato il sindaco di Acireale ed è stato disponibilissimo e questo è molto importante per noi”.

Inoltre l’ad di Item sulla visita del giovane sceicco avvenuta ieri rivela che “c’è stata la sua piena approvazione del progetto e dell’avanzamento dei lavori ed è rimasto affascinato da Capomulini, Acireale e da Catania”.

“Entro il primo semestre del 2016 prevediamo di consegnare la struttura”, ha aggiunto La Mantia che sui rumors relativi all’acquisizione da parte dello sceicco dei complessi alberghieri di AcquaMarcia della zona conferma di aver ricevuto “mandato  dallo sceicco in persona di andare avanti con le prossime acquisizioni essendo entusiasta di come stiamo lavorando e di come sta andando avanti il progetto”.

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento