Urbanistica

Capo D’Orlando dedica il lungomare a Luciano Ligabue

ligabue
20 ago 2015 - 12:01

CAPO D’ORLANDO - La bella cittadina di Capo D’Orlando ha recentemente intitolato il suo lungomare a Luciano Ligabue, apprezzato rocker italiano. La notizia si sarebbe diffusa sul web grazie al sindaco di Rubiera Emanuele Cavallaro.

Il primo cittadino del comune messinese, forse un po’ incredulo, ha deciso di immortalare questa anomalia toponomastica scattando una fotografia; in brevissimo tempo l’immagine, postata sui profili social dell’inedito reporter, ha fatto il giro del web suscitando ora approvazione, ora stupore, ora immancabili polemiche. Queste ultime, ovviamente, spaziano dai giudizi critico – musicali sui successi di Luciano Ligabue all’opportunità di intitolare una via ad una persona ancora in vita.

Al dibattito poi ha preso infine parte anche Emanuele Cavallaro, già citato sindaco di Rubiera. Il primo cittadino ha dichiarato sulla sua pagina Facebook: “Non tutto quello che ha scritto Ligabue mi piace come le sue prime canzoni. Ma “Non ho che te” mi fa venire il magone ogni volta che l’ascolto. Vi risuonano tante storie che conosco, purtroppo. Una canzone può spiegare la crisi molto meglio dell’Istat. Chi ha perso il lavoro, chi ha chiuso un’azienda non è un numero. Non credo sia opportuno intitolare “strade” o “vie” alle persone vive: a dir la verità lo impedisce anche la legge. Un “lungomare” deve essere una questione diversa, come una struttura sportiva. Il sindaco di Capo D’Orlando, località turistica, ha sempre fatto un po’ di “marketing” sulla toponomastica. Ricordo che ha “stitolato” una piazza a Garibaldi, perché lo giudica un personaggio negativo. A Rubiera le prossime vie saranno intitolate – in base ai precedenti impegni – a Peppino Impastato e Rocco Chinnici (finiamo la zona Falcone-Borsellino) e a Don Dossi (proprio lì dall’oratorio). E poi, onestamente, intitolare una strada a uno vivo, scaramanticamente…“.

Chissà come potrebbe reagire il diretto interessato, Luciano Ligabue, qualora qualcuno lo informasse dell’esistenza di un lungomare siciliano a lui dedicato.

Il primo cittadino di Capo d’Orlando Enzo Sindoni ha replicato dicendo chenon è prevista l’intitolazione di nessuna strada ad artisti contemporanei (se non la rimozione dei nomi di Francesco Crispi e Nino Bixio, certamente “poco” amici dei Siciliani), l’intitolazione del lungomare a Luciano Ligabue è stata determinata dall’aderenza del contenuto dei Suoi messaggi positivi, alla filosofia con la quale la mia Comunità vive e si è sviluppata in un contesto storico, politico e territoriale di sicura difficoltà”.

“Sentire” e raccontare la provincia ed i sogni di chi la vive senza sentirsene prigioniero, ha fatto il resto. Luciano Ligabue accettò di partecipare (a titolo assolutamente gratuito) - aggiunge il sindaco - all’intitolazione e da allora, senza enfasi o clamore, è venuto a Capo d’Orlando in occasione di quasi tutti i Suoi soggiorni in Sicilia. Di altro profilo è la vicenda Garibaldi, per la quale la storia parla chiaro a chi ha la voglia di conoscere e capire, al di là delle verità precostituite propinateci sin dai primi anni di scuola”.

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento