Tragedia

Canicattì: abortisce in casa e si presenta in ospedale col bambino in una busta di plastica

tribunale-agrigento
28 feb 2017 - 10:27

CANICATTÍ - È arrivata al pronto soccorso in evidente stato di agitazione con il proprio bimbo già morto.

È successo a Canicattì, in provincia di Agrigento, dove una donna romena di 30 anni alle 2,30 di questa notte è andata in ospedale portando con sé il feto di 27 settimane in una busta di plastica. 

La donna ha dichiarato ai medici di avere abortito in maniera naturale mentre si trovava da sola in casa dal momento che il marito era in Romania.

I sanitari hanno segnalato l’episodio ai carabinieri e ricoverato la donna.

Il corpicino del piccolo si trova nella sala mortuale dell’ospedale in attesa delle decisioni dell’autorità giudiziaria.

 Sul fatto indaga la procura di Agrigento che ha appena aperto un’inchiesta.  

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA