Fiera

Campionaria di Palermo: bilancio positivo, numeri parlano chiaro

foto fiera 1
8 giu 2015 - 18:42

PALERMO - Chiude con un bilancio più che positivo la Fiera Campionaria 2015. Sono stati più di 400 mila i visitatori in Fiera dal 23 maggio al 7 giugno. Soddisfatti i 350 standisti, i 500 espositori e i 200 titolari dei gazebo dell’Area Shopping. Si è mossa un’economia che ha dato lavoro a più di 2000 persone in 15 giorni. Quasi 2000 i tagli e le pieghe che i parrucchieri dell’associazione di volontariato Anirbas hanno offerto ai visitatori della Fiera, 500 i tatuaggi e 200 le abbronzature istantanee, che hanno permesso, con i contributi liberi dei cittadini, di raccogliere un fondo destinato ai senza tetto della città.

L’arte di pittori, scultori, maestri artigiani, ha attirato l’attenzione del pubblico nella rassegna Artemed diretta da Angela Sclafani. Spettacoli con i pupi, balli folcloristici siciliani, danzatori in costume, hanno animato i viali della Fiera Campionaria. Neanche durante la finale di Champions League la macchina organizzativa si è fermata. Tanta presenza in occasione della partita si è resa possibile grazie all’installazione di due maxi schermi, uno davanti al padiglione 20, l’altro nell’area Shopping e tutti hanno seguito la partita e tifato per le loro squadre, Juventus e Barcellona.

Di alta qualità anche l’intrattenimento serale. Venti le band che si sono esibite sul palco della regia mobile di Radio Tivù Azzurra, dirette dal Dorian Art, per un totale di quasi cento artisti, tra i più apprezzati nel territorio siciliano, che si sono alternati ogni sera, con uno spettacolo diverso. Un cartellone variegato di spettacoli ha soddisfatto le richieste di un pubblico vasto ed eterogeneo. Esilarante la comicità di cabarettisti come Matranga e Minafò, Tony Carbone, Giuseppe Giambrone e alcuni artisti rappresentanti di “Convento Cabaret”. E altri artisti hanno animato il pubblico sul palchetto in prossimità di Porta Sud. Tutti coordinati da Sasà Taibi di Rta.

Copiosa affluenza di gente ogni sera in tutti gli stand di gastronomia, con i leader dello street food palermitano, che si sono radunati nell’area centrale della Fiera. Medifiere ha preso in mano la gestione della Fiera Campionaria 2015, valorizzando uno spazio di fondamentale importanza per Palermo. Perché la Fiera del Mediterraneo è indubbiamente una delle aree siciliane economicamente e finanziariamente più rilevanti. E altrettanto lo sono la sua storia e la sua tradizione.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento