Giustizia

Cambia volto e fisionomia, questa volta non sfugge: arrestato latitante

trasformista
17 ott 2016 - 11:14

PALERMO - È stato fermato dopo che i carabinieri lo hanno intercettato in piazza Giulio Cesare a bordo di uno scooter. Sulla sua testa ben due ordini di esecuzione emessi dal Tribunale di Palermo. Era ricercato da mesi.

Dopo l’emissione di ben due sentenze definitive che lo hanno condannato a 12 anni di reclusione per varie rapine aggravate e bancarotta fraudolenta, i carabinieri lo hanno finalmente arrestato. Vinci Carmelo, 51 anni, volto noto alle forze dell’ordine, è stato catturato dopo un breve inseguimento per le vie del centro. Il Vinci si era dato “alla macchia” e, oltre ad aver cambiato completamente fisionomia (barba folta e capelli in ricrescita), si aggirava per Palermo con dei documenti falsi.

carmelo-vinci-51-anni-prima-e-dopo

Carmelo Vinci, 51 anni prima e dopo

“Un moderno Arsenio Lupin, abile trasformista, capace di truccarsi e travestirsi secondo le occasioni in altri personaggi interpretandoli alla perfezione”. I carabinieri della Stazione Palermo Crispi, con costanza, ne hanno seguito i movimenti e dopo averlo braccato, sono riusciti a fermarlo.

Il Vinci, ha opposto resistenza ed è stato trovato in possesso di documenti falsi. Pertanto, i carabinieri lo hanno arrestato per il reato di evasione, resistenza a pubblico ufficiale e possesso di documenti validi per l’espatrio falsificati. Dopo averlo fermato ed aver tentato la fuga, il Vinci ha anche dichiarato di avere una bomba addosso, minacciando, ancora, di farsi esplodere.

Era pronto a lasciare la Sicilia ma ora per il Vinci, si sono aperte le porte del carcere “Pagliarelli” dove è attualmente ristretto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA