Violenza

Caltanissetta: picchia la moglie in casa e resiste all’intervento degli agenti. Arrestato 56enne

squadra-mobile-polizia
25 mag 2016 - 13:36

CALTANISSETTA - Non era la prima volta che Calogero Troisi, nisseno di 56 anni, si faceva ragione usando le mani anziché una via più “ragionevole”.

L’uomo, infatti, era già stato accusato di maltrattamenti in famiglia, violenza, rapina, lesioni personali, minacce, porto e detenzione abusiva di armi, oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Questa volta, però, al termine dell’ennesima lite con la moglie, sono scattate le manette.

Ieri pomeriggio, gli agenti di polizia sono intervenuti in quell’appartamento di via Gramsci, in soccorso della donna, vittima, per l’ennesima volta, delle ire del marito violento.

È stata proprio la donna a chiamare la polizia e ad aprire il portone d’ingresso agli agenti.

La vittima ha riferito di essere stata presa a calci e pugni dal marito, ulteriormente infastidito dalla chiamata della donna alle forze dell’ordine. 

Troisi si è scagliato anche contro gli agenti con insulti e minacce, rifiutandosi di fornire le proprie generalità ma ha dovuto cedere alla decisione degli agenti che lo hanno immobilizzato e portato in questura per le formalità di rito.

La moglie, trasportata all’ospedale “Sant’Elia”, ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni e avrebbe fornito agli inquirenti un quadro spaventoso di violenze e pestaggi ripetuti anche ai danni delle due figlie.

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA