Disagi

Caltanissetta, ancora difficoltà per la distribuzione idrica in città

presa da: palermo.repubblica.it
presa da: palermo.repubblica.it
11 nov 2015 - 19:27

CALTANISSETTA – Non è solo Messina senz’acqua ma anche Enna, Agrigento, Gela, Niscemi e Caltanissetta. Una Sicilia a secco nell’indifferenza dei governi regionale e nazionale.

Il 4 novembre, all’indomani del nubifragio che ha causato frane e smottamenti nell’Ennese, Caltacque, il gestore del servizio idrico integrato per tutta la provincia di Caltanissetta, con una nota, comunica che “a causa delle eccezionali avverse condizioni meteorologiche che interessano il versante orientale dell’Isola, si sta registrando, già da alcuni giorni, in ingresso all’impianto di potabilizzazione di Ancipa, un enorme aumento del valore di torbididà“. Per questo motivo si era decisa la sospensione di erogazione al comune di Caltanissetta attraverso l’acquedotto Ancipa utilizzando, seppure con portata limitata, le condotte Madonie est e Madonie ovest.

Questo accadeva una settimana fa. E oggi?

Una nostra lettrice ci ha raccontato cosa significa vivere per una settimana in queste condizioni.

Vivo nel centro storico di Caltanissetta e la situazione è davvero difficile. Le case sono sì fornite di recipienti ma hanno una portata massima di 500 litri, quindi si esauriscono rapidamente. La distribuzione arrivando ogni tre giorni e solo per poche ore, non consente di riempirle del tutto. Una situazione difficile specialmente quando si hanno bambini piccoli. Sembra di essere tornati indietro nel tempo, andando a riempire i bidoni negli orari di distribuzione”.

Una buona notizia arriva dall’ASP di Caltanissetta che ha comunicato, in base ai rapporti di prova del Laboratorio di Sanità Pubblica di Caltanissetta, relativi ai controlli analitici effettuati il 10 novembre 2015 sull’acqua destinata al consumo umano per il comune di Caltanissetta, l’assenza di torbidità anomala e i valori di manganese e microbiologici entro i limiti consentiti dalla legge, non vi sono più dunque i motivi per limitarne l’uso a scopo alimentare.

L’acqua torna sicura ma ancora razionata per la città nissena.

Caltacqua comunica gli orari di distribuzione per domani 12 novembre per le zone Angeli, Stazzone, Viale Amedeo, Sanatorio, Gibil Gabib. Viene confermata la presenza di un’autobotte di acqua potabile a disposizione degli abitanti del villaggio Santa Barbara. 

Commenti

commenti

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento