Codacons

“Calcioscommesse”: si chiude l’inchiesta, si attendono i risarcimenti

Pallone
11 feb 2015 - 17:30

CATANIA - Si conclude l’inchiesta sullo scandalo del calcioscommesse ed arriva per ben 130 persone tra dirigenti e calciatori la notifica della chiusura delle indagini da parte della Procura di Cremona, atto che precede il processo che dovrebbe prendere avvio in autunno.

Si chiudono le indagini ma si apre, su un altro fronte, il problema del risarcimento dei soggetti lesi dagli illeciti sportivi.

Secondo il Codacons, i tifosi, gli scommettitori, gli abbonati allo stadio e tutti coloro che hanno acquistato biglietti o partite pay-per-view per seguire la squadra del Catania, potranno chiedere il rimborso di quanto speso ed essere risarciti anche del danno morale subito.

La lesione dei diritti e della buona fede di tutti questi soggetti, derivante dall’alterazione dei risultati maturati in campo, passano, dunque, in primo piano.

Sul sito www.codacons.it, tutti i soggetti interessati, potranno compilare l’apposito modulo per costituirsi parte offesa dinnanzi alla Procura di Cremona, inserirsi nel processo e avere diritto al risarcimento dei danni.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento