Controlli

Il business del “Natale contraffatto”: sequestrati oltre 700 mila prodotti tra giocattoli e decorazioni

giocattoli-bambini-2
24 nov 2016 - 10:57

RAGUSA - Con l’avvicinarsi delle festività natalizie, i negozi hanno iniziato ad approvvigionarsi di prodotti e idee regalo.

Proprio in questo frangente i finanzieri del Comando Provinciale di Ragusa hanno intensificato i controlli in materia di sicurezza dei prodotti in commercio.

In particolare, le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Ragusa, al termine di accurati accertamenti all’interno di un mega store di Ispica, hanno sequestrato oltre 70.000 prodotti made in China, fra giocattoli privi del marchio “CE” e materiale elettrico (tra cui luminarie, alberelli e presepi luminosi) con il marchio di fabbrica contraffatto per un valore complessivo di circa 300.000 euro.

Il materiale elettrico è stato sottoposto a sequestro penale e il titolare dell’esercizio commerciale è stato deferito alla locale Procura della Repubblica per violazioni al D.Lgs. 206/05 e per frode in commercio.

Pupazzetti di peluche, emoticons, palline contenenti liquidi pericolosi, fionde e girandole, sono stati importati in Italia e venduti come decorazioni per giardini o ornamenti vari, per ovviare ai requisiti previsti per legge.

È necessario accertarsi che i prodotti riportino i marchi di qualità, anche se questi, a volte, vengono abilmente contraffatti: “CE” (approvazione europea), “IMQ” (indicazione di qualità del prodotto) e il marchio specifico “Giocattoli Sicuri” (attribuito dall’Istituto Italiano Sicurezza Giocattoli).

I giocattoli, senza le prescritte certificazioni di sicurezza, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo e il titolare, che è stato segnalato alla Camera di Commercio di Ragusa per violazioni al D.Lgs. 54/11, sarà soggetto alla sanzione pecuniaria che va da 1.500 a 10.000 euro.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA