Disagio

Al buio da oltre 2 mesi e nessuno fa niente, i residenti di viale Nitta sono esasperati

26 feb 2015 - 19:35

CATANIA - “Siamo al buio, si sono dimenticati di noi”. Queste le parole della lettera inviata alla nostra redazione dal signor Alessandro Filosto, cittadino catanese, residente in viale Nitta nel quartiere di Librino.

Filosto e tutti i residenti della zona lamentano il totale disinteresse dell’amministrazione comunale nei confronti di una situazione che lascia nel più totale disagio gli abitanti dei palazzi di viale Nitta.

A causa di un furto di rame avvenuto oltre 2 mesi fa, infatti, la zona è completamente priva di illuminazione pubblica.

I residenti sono esasperati da questa situazione che va avanti da molto, troppo tempo e che crea molta preoccupazione per la sicurezza soprattutto di donne e bambini.

“È molto pericoloso uscire di casa nelle ore serali - scrive Filosto -. Ho chiamato la Gemmo, la società che si occupa dell’illuminazione pubblica in città, e mi ha detto quello che ho sentito dire tante volte: tutto è causato da un furto di rame. Ma quanto tempo ci vuole per ripristinare la normalità?”.

La questione è stata sollevata anche di fronte all’assessore alla Viabilità del Comune di Catania Rosario D’Agata, che si era detto disponibile a trovare una soluzione ma che, secondo quanto riportato da Filosto, sembra essersene “dimenticato”.

Anche dall’Ufficio relazioni con il pubblico, dall’assessore alle Infrastrutture Luigi Bosco, dal comando dei vigili urbani e dalla segreteria del sindaco Enzo Bianco, nessuna risposta.

Fino ad ora a nulla sono servite le telefonate, le segnalazioni e le e-mail di denuncia del signor Filosto e dei residenti di viale Nitta.

Servono risposte. Anzi, soluzioni.

Palazzi viale Nitta, Librino

Catania - viale Nitta, Librino viale Nitta, Catania, Librino viale Nitta, Librino senza illuminazione viale Nitta, Librino

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento