Regione

“Blue Whale”: tavolo tecnico per combattere il “gioco” del terrore

blue-whale
3 giu 2017 - 21:29

PALERMO - Combattere il terribile gioco “Blue Whale”. Questo l’obiettivo principale del tavolo tecnico, al quale collaboreranno tutti i soggetti istituzionali siciliani. Dopo i casi di Palermo e Caltanissetta, si cerca di fermare un fenomeno molto pericoloso soprattutto per i giovani, ai quali viene letteralmente fatto un “lavaggio del cervello”.

I giovani, infatti, dopo aver seguito per 50 giorni le istruzioni di un “curatore”, arrivano al suicidio che, grazie all’aiuto di qualcun altro, viene filmato e postato sul web.

L’assessore regionale alla famiglia, Carmencita Mangano, convocherà la commissione per la devianza, sicurezza e inclusione sociale, affinché la Sicilia possa cominciare a mobilitarsi per combattere il fenomeno.

Al tavolo tecnico parteciperanno l’Ufficio scolastico regionale, le Prefetture, l’Anci, le Aziende sanitarie provinciali. La collaborazione vedrà inoltre impegnati anche pediatri e psichiatri. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA