ASP

Biancavilla, tavolo di lavoro per il prosieguo delle attività sanitarie

Tavolo tecnico Biancavilla
16 mar 2016 - 18:44

CATANIA - Si è svolta oggi, nei locali dell’Asp Catania, una riunione convocata dal manager dell’azienda catanese Giuseppe Giammanco per la prosecuzione delle attività individuate nel piano straordinario di interventi sanitari nel sito di interesse nazionale di Biancavilla.

Presenti, oltre ai referenti dell’Asp e delle aziende ospedaliere della città (chirurgia toracica, oncologia, pneumologia, radiologia e igiene pubblica), il dott. Salvatore Scondotto (del dipartimento osservatorio epidemiologico), il dott. Pietro Comba e  la dott.ssa Caterina Bruno (istituto superiore della sanità), il sindaco di Biancavilla Giuseppe Glorioso e Rosario Di Stefano (responsabile igiene pubblica distretto di Adrano).

La riunione ha fatto seguito all’incontro del 6 ottobre 2015, svolto sempre nei locali dell’Asp di Catania, nel corso del quale erano state individuate cinque azioni attuative del piano straordinario di interventi sanitari per Biancavilla.

Le attività sono finalizzate a prevenire ulteriori casi di malattia e promuovere, nella popolazione, comportamenti che riducano il rischio da esposizione a fluoro-edenite, la fibra simile all’amianto, presente naturalmente nelle formazioni rocciose del territorio comunale.

“Abbiamo costruito – ha detto Giammancoun modello di lettura del fenomeno e di presa in carico clinico-assistenziale per dare ai cittadini le risposte che attendono. La  prima settimana di aprile riuniremo il tavolo tecnico di specialisti che abbiamo già costituito, e al quale chiameremo a partecipare anche i medici di medicina generale;  entro la fine di aprile attiveremo un focal point con funzioni di coordinamento locale degli interventi di sanità pubblica e per informare i cittadini sui rischi dovuti all’esposizione a fluoro-edenite e sugli interventi di prevenzione primaria e di promozione della salute già messi in opera o in via di attuazione”.

Le azioni individuate hanno ribadito gli obiettivi del piano straordinario, puntando al miglioramento della sorveglianza epidemiologica; al rafforzamento degli interventi di prevenzione primaria e di promozione della salute; al potenziamento della qualità dell’offerta diagnostico-assistenziale in pazienti cronici per patologie respiratorie.

“Abbiamo consolidato la sinergia e la condivisione strategica degli interventi da attuare – ha affermato il dott. Scondottoe allargato il piano di coinvolgimento della popolazione prevedendo specifiche attività di formazione e di comunicazione”.

Queste invece le parole del sindaco Glorioso: Le indagini e le rilevazioni ambientali effettuate nel corso degli ultimi mesi ci danno segnali incoraggianti. Questo significa che tutte le azioni intraprese vanno nella giusta direzione e danno i risultati attesi. È necessario, però, un maggiore coinvolgimento della popolazione, offrendo occasioni per una corretta informazione”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA