Indagini

Auto rubate vendute a pezzi e rifiuti pericolosi: sequestrata discarica abusiva

Foto di repertorio
Foto di repertorio
2 feb 2017 - 09:30

RIBERA - A seguito di una complessa attività di indagine, coordinata dal sostituto procuratore dott. Alessandro Moffa della Procura della Repubblica di Sciacca e volta a riscontrare e reprimere reati ambientali, i finanzieri della locale compagnia hanno sottoposto a sequestro, in RIbera, un’area di circa 1000 mq in cui erano ammassati rifiuti speciali e pericolosi.

Le fiamme gialle saccensi, dopo aver notato la presenza di materiale di vario genere e, in particolare di autovetture “cannibalizzate” per la successiva rivendita dei pezzi di maggior valore, hanno individuato una vera e propria attività non autorizzata di raccolta, smaltimento e commercio di rifiuti; il tutto in violazione della normativa ambientale e con possibili ripercussioni sulla salubrità del suolo e dell’aria circostante.

Gli ulteriori riscontri effettuati dai militari hanno rilevato, inoltre, la presenza di autovetture rubate e pronte per essere smontate e vendute a pezzi.

La posizione dell’indagato, sconosciuto al fisco e privo di specifica licenza, è attualmente al vaglio dei finanzieri al fine di ricostruirne i redditi percepiti e le imposte sottratte all’erario.

L’attività condotta ho portato al sequestro dell’area e alla denuncia a piede libero di un sessantenne di Ribera per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e per ricettazione.

Foto di repertorio

Comments

comments

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento