Allarme

Atterraggio d’emergenza per il volo Torino-Catania della Blue Air

blueair-624x300
7 giu 2015 - 21:31

TORINO - Momenti di paura questo pomeriggio sul volo OB4001 della compagnia Blue Air. Subito dopo il decollo dall’aeroporto torinese di Caselle, al Boeing 737 diretto a Catania è scoppiato uno pneumatico del carrello posteriore sinistro. Troppo tardi per arrestare il decollo ma immediate le operazioni scattate nello stesso scalo torinese per far rientrare il velivolo.

Il comandante ha effettuato diversi giri sullo scalo sia per dare ai tecnici della stessa compagnia la possibilità di verificare visivamente, da terra, le condizioni del carrello sia per alleggerire l’aereo dei circa 7.200 litri di carburante. Quando dalla torre di controllo ha ricevuto le indicazioni utili al rientro, dopo quasi due ore di sorvolo dell’aeroporto di Caselle, il velivolo è atterrato.

A bordo c’erano 154 passeggeri e 6 membri dell’equipaggio. Fra questi, il secondo portiere della Juventus Marco Storari, reduce dalla finale di Champions League a Berlino, che stava facendo rientro in Sicilia.

Sono stati attimi di paura quelli vissuti a bordo del Boeing 737. I passeggeri hanno sentito una forte esplosione in fase di decollo eppoi, vedendo che l’aereo continuava a girare sopra lo scalo torinese, hanno avuto la conferma che qualcosa non andava. A riferire del guasto tecnico è stato lo stesso comandante che ha avvisato i passeggeri dello scoppio dello pneumatico.

L’atterraggio, tuttavia, è avvenuto regolarmente e i passeggeri sono scesi dalle scalette senza dover ricorrere agli scivoli gonfiabili. Sulla pista, intanto, i vigili del fuoco dello scalo torinese avevano già provveduto ad attuare tutte le procedure di sicurezza per l’atterraggio d’emergenza, compresa la cosparsa di liquido “ritardante” per contrastare eventuali incendi.

Commenti

commenti

Sergio Regalbuto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento