Sanità

Asp Catania, entro il 30 settembre nuovi atti aziendali e dotazioni organizzative

foto di www.lavika.it
foto di www.lavika.it
18 set 2015 - 16:26

CATANIA - Dovranno essere definiti dall’Asp, entro il 30 settembre, i nuovi atti aziendali e le relative dotazioni organiche.

L’esigenza dei nuovi atti e delle dotazioni arriva in un periodo di ingenti tagli alla sanità pubblica che vede la soppressione del ponto soccorso pediatrico dell’ospedale Cannizzaro di Catania, oltre che un esubero di lavoro per il personale sanitario.

Questo è quanto si evince nella nota ufficiale firmata dal segretario generale della Camera del lavoro Giacomo Rota, dal segretario generale della Cgil del Calatino Totò Brigadeci, dal segretario generale della Funzione pubblica Cgil, Gaetano Agliozzo, dal responsabile Sanità della Cgil di Catania Turi Cubito e da Renato Scifo della Cgil medici indirizzata ai vertici della sanità provinciale in cui si precisa che “appare fondamentale che una programmazione sanitaria razionale, anche in termini di oculata gestione delle risorse, non possa essere attuata dalle singole aziende a compartimenti stagni e senza una pianificazione comune”.

Gli utenti - continua la nota – necessitano di percorsi clinico assistenziali definiti e protetti, e nel caso delle tante fragilità presenti nel nostro territorio, eventualmente preferenziali, con un CUP unico e un sistema informatizzato che impedisca gli overbooking (prenotazioni in diversi ospedali) e permetta l’automatica assegnazione di percorsi  qualificati di presa in carico, di gestione delle eventuali lungodegenze o cronicità”. 

Tra i temi trattati nella nota pubblicata dalla Cgil vi è la pianificazione del riavvio di procedure concorsuali, la mobilità e la stabilizzazione del precariato da definirsi entro il mese di novembre. 

Commenti

commenti

Francesca Guglielmino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento