Indagini

Ai domiciliari coltivava marijuana. Inseguimento sui tetti di Giarre

Carabinieri volante
8 feb 2016 - 10:56

GIARRE - Entrambi ai domiciliari, entrambi colti in flagranza di reato insieme ad altre 4 persone. A beccarli sono stati i carabinieri di Giarre nel corso di alcuni controlli straordinari.

Sotto la lente d’ingrandimento sono finiti Andrea Fazio, 26 anni che in casa aveva piccole piantagioni di marijuana. Nello specifico, gli sono stati sequestrati circa 200 grammi di droga, già essiccati e pronti per essere venduti, 20 piantine e una cartuccia calibro 5,56. Mentre l’altro è Salvatore Tarda, 57 anni, sorpreso fuori casa in compagnia di altri pregiudicati. 

Durante la stessa operazione di controllo a casa di Fazio sono state fermate altre 4 persone dopo un inseguimento sui tetti delle abitazioni vicine. Scene da film, dunque, che hanno consentito alla fine di recuperare anche una pistola Beretta calibro 22 con matricola abrasa e canna modificata.

Tarda e Fazio sono finiti nuovamente ai domiciliari, mentre gli altri malviventi sono stati portati nel carcere di piazza Lanza.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA