Antimafia

Arrestati quattro affiliati al clan dei “Cursoti” per estorsione

operazione clan Cursoti
14 feb 2017 - 14:03

CATANIA - La polizia di Catania ha arrestato quattro affiliati al clan mafioso dei Cursoti, tutti destinatari di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso tra il 10 e il 13 febbraio di quest’anno. Si tratta di Antonino Strano, 48 anni, Giuseppe Guarrera, 55 anni, Salvatore Zuccaro, 36 anni, e Manuel Rapisarda, 25 anni

Strano dovrà scontare la pena di 4 anni, 8 mesi e 20 giorni di reclusione per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso ed estorsione. Guarrera dovrà scontare la pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione per il reato di estorsione. Entrambi erano stati tratti in arresto, l’8 maggio 2012, nell’ambito dell’operazione “Nuovo Corso”, condotta dagli agenti, in esecuzione del decreto di fermo di indiziato di delitto emesso nei confronti di 20 esponenti del clan dei Cursoti. L’operazione condotta dagli agenti aveva consentito di disarticolare la citata cosca mafiosa decapitandone i vertici, tra cui l’indiscusso boss Giuseppe Garozzo, detto “Pippu ‘u maritatu”.

STRANO Antonino classe 1969 GUARRERA Giuseppe classe 1962

Zuccaro e Rapisarda sono stati arrestati per il reato di estorsione ai danni di un noto esercizio commerciale a Catania e per essersi avvalsi delle condizioni di assoggettamento ed omertà derivanti dall’appartenenza al clan. Il primo dovrà scontare 5 anni di reclusione, con scadenza della pena il 27 febbraio 2018, mentre il secondo dovrà scontare 4 anni e 8 mesi di reclusione con scadenza per il 27 febbraio 2017.   

ZUCCARO Salvatore classe 1981  RAPISARDA Manuel classe 1992

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA