Mafia

Approvata richiesta di Riina jr, dopo 12 anni potrà rivedere il padre

Riina
6 ott 2016 - 19:56

PALERMO - Accolta la richiesta di Giuseppe Salvatore Riina dal Tribunale di Sorveglianza di Venezia secondo il quale avrebbe chiesto di incontrare il padre Totò da un po’ di tempo malato e detenuto nell’ala ospedaliera del carcere di Parma.

Lo scorso giugno era già stata avanzata la richiesta ma i giudici l’avevano prontamente rigettata. Questo sulla base di una relazione da parte delle forze di polizia da cui si rilevavano presunti contatti mantenuti da “Salvuccio” con il vecchio capo mafioso e le famiglie di Corleone.

Giuseppe Salvatore Riina, soprannominato “Il Capo dei capi” ha già scontato ben 9 anni di carcere per associazione a delinquere di stampo mafioso ed al momento si trova sottoposto a misura di sicurezza a Padova, che lo obbliga a svolgere attività di volontariato.

“Salvuccio” dopo essersi visto rigettare dai giudici la richiesta di incontro con il padre, sottoposto al regime del 41bis, aveva presentato appello, ed oggi dopo svariati tentativi ha ottenuto il via libera del Tribunale di Sorveglianza. I due non si vedono da 12 anni.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA