Iniziativa

ApEat: il primo franchising di “cibo in strada”

ApEat
18 set 2016 - 11:41

MESSINA - “La Sicilia vien mangiando“, è questo lo slogan di un’iniziativa di cinque ragazzi messinesi che hanno deciso di portare il primo franchising di “cibo in strada”.

Pesce fritto e specialità tipiche siciliane vengono preparate in un modesto spazio culinario, all’interno di una moto ape, decorata con strisce azzurre e bianche, che si aggira per le strade di Messina e non solo, per allietare il palato dei passanti.

L’idea del food itinerante è nata lo scorso luglio grazie al connubio di cinque giovani menti: quella di Daniele Travisano, Federica Mulè, Gabriele e Giuseppe Arcovito, Giuseppe Cardiano, ed il loro consulente Pierluigi D’Amore.

Alcuni degli ideatori avevano già alle spalle esperienze nel campo della ristorazione e hanno saputo fare delle conoscenze e competenze acquisite nel tempo, una base per un futuro tutto in divenire.

L’iniziativa unisce, in perfetta sinergia, lo street food con i social, nuovi sistemi per radicarsi in maniera capillare su tutto il territorio, siciliano e non solo.

Nei prossimi mesi infatti sono previste varie tappe, che vanno dal litorale alla zona Sud di Messina, a paesini limitrofi. Ma la gente comincia a rimanere talmente affascinata da questa nuova moto ape da richiederne il servizio anche per eventi privati.

Insomma un vero successo tutto made in Sicily, che si pone, però, altri e più importanti traguardi. L’obiettivo è difatti quello di espandere lo street food in franchising in tutta Italia, allo scopo di trovare imprenditori che, stuzzicati dall’originale idea, possano aver voglia di investire nel settore con il marchio apEat.

Le richieste di franchising già ci sono“, fanno sapere i giovani ragazzi, a questo punto non resta che sperare di fare di un’idea un progetto ad ampio raggio.

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA