Iniziativa

Anteas Barriera, a Catania 18 “ciceroni” per un giorno

Anteas_Ciceroni2
22 nov 2015 - 17:23

CATANIA – Diciotto “ciceroni per un giorno” in giro tra le bellezze di Catania, da Piazza Stesicoro fino al museo Bellini. Sono un gruppo di corsisti del progetto “Cicerone nella nostra città – Rete d’argento 2015” realizzato dall’Anteas Catania (l’associazione di volontariato promossa dalla Fnp Cisl), sede nel quartiere di Barriera, ideato e coordinato dalla responsabile Pina Rapicavoli.

Ieri, sabato 21 mattina, hanno passeggiato per il centro storico a descrivere agli altri soci e amici i monumenti studiati. Diciotto i siti interessati: Piazza Stesicoro con l’Anfiteatro romano, Palazzo Minoriti, Palazzo San Demetrio, Chiesa della Collegiata, Palazzo dell’università, Badia di Sant’Agata, Chiesa di San Placido, Piazza Duomo, Palazzo degli Elefanti, Fontana dell’elefante, Fontana dell’Amenano, Palazzo dei Chierici, Cattedrale, Terme Achillee, Porta Uzeda, Chiesa di San Francesco, museo Emilio Greco, museo Bellini. La passeggiata si è conclusa con la visita del Palazzo di Città, dove i soci accolti dalle guide comunali che hanno fatto visitare tutte le sale, hanno potuto apprezzare i diversi affreschi e le opere presenti.

Anteas_Ciceroni1

 

La passeggiata ha suscitato anche molta curiosità tra i passanti. Il progetto è stato strutturato in tre fasi: nella prima, i corsisti hanno ricercato le notizie, preparato il documento descrittivo del monumento assegnato e inserito anche immagini; nella seconda, è stato creato un itinerario turistico; nella terza, si sono avventurati nella passeggiata al centro storico di Catania, con la visita di monumenti, chiese e palazzi, e con la condivisione con gli altri soci e i simpatizzanti.

«Il progetto – spiega Pina Rapicavoli – nasce con lo scopo di creare e promuovere la socializzazione, lo scambio generazionale, la conoscenza e l’approfondimento dei monumenti cittadini. I corsisti del progetto, realizzato dalla stessa sede al Castello Leucatia, hanno potuto analizzare le capacità acquisite e svolgere per ogni sito storico assegnato, una ricca e dettagliata ricerca sul web, durante il corso e successivamente socializzare e condividere lo studio, con la visita-passeggiata dei siti al centro storico. Grazie anche alla segreteria Fnp Cisl e Anteas Catania per la bellissima opportunità».

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA