Controlli

Animali privi di acqua e cibo e sofferenti per il caldo: commerciante denunciato per maltrattamenti. LE FOTO

20170622_121305
25 giu 2017 - 10:44

CATANIA - Nei giorni scorsi, gli agenti del commissariato Borgo – Ognina, hanno effettuato controlli straordinari mirati alla tutela degli animali e, in generale, all’illegalità diffusa nel quartiere di Picanello

In particolare è stata controllata un’attività commerciale operante nel settore degli animali dove il titolare ha occupato un significativo spazio di suolo pubblico davanti la propria attività mettendovi, tra l’altro, piante, sacchi di mangime e cassette per animali; per tale motivo è stato sanzionato per occupazione del suolo pubblico con obbligo di ripristino immediato dello stato dei luoghi.

Il controllo è stato esteso all’interno dell’attività dove, attirati dal guaito di un cane, è stata riscontrata la presenza di un pitbull di grossa taglia chiuso in una piccolissima rientranza scavata in una parete di una stanza di circa mezzo metro quadrato. L’animale, privo di acqua e cibo, boccheggiante per il caldo, è stato immediatamente rifocillato e il titolare è stato indagato in stato di libertà per maltrattamenti di animali, reato che prevede la reclusione da tre a diciotto mesi o la multa da 5mila a 30mila euro.

L’indagato ha giustificato l’insano gesto riferendo che l’aveva chiuso poiché nel corso della mattinata altri cani avrebbero dovuto entrare nell’esercizio commerciale per dei trattamenti.

Inoltre, in un terrazzino posto nel retrobottega dell’attività, in un piccolo spazio recintato all’interno di un’aiuola di circa un metro quadrato, è stata riscontrata la presenza di quattro tartarughe tenute in condizioni incompatibili con la loro natura, e recanti gravi sofferenze. Anche in questo caso gli animali erano tenuti senza acqua e senza cibo, sotto il sole cocente e in un piccolo spazio.

20170622_123318_resized

Il servizio CITES del distaccamento regionale di carabinieri e forestale di Catania, ha certificato che appartengono alla specie protetta “Testudo Hermanni”.

Il titolare è stato, quindi, indagato in stato di libertà per il reato di detenzione di specie protette e per avere tenuto gli animali in pessime condizioni.

20170622_124709_resized

Le tartarughe sono state sequestrate e saranno custodite in un luogo idoneo dove verranno accudite.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA