Vox

“Pochi mezzi, affollamento e ritardi”. I passeggeri commentano il servizio Amt

Fermata Amt autobus Giovanni XXIII
6 apr 2016 - 13:05

CATANIA – “Capita che arrivino con mezz’ora di ritardo, a volte anche di più”. Questa è l’osservazione di Alessandro, un cittadino come molti, che per spostarsi a Catania usa l’autobus. 

Ma non gli va sempre bene, soprattutto nell’ultimo periodo: l’Amt è in difficoltà economiche e i disagi sono aumentati: “L’altro giorno – racconta Alessandro – la mia ragazza doveva andare a un incontro, ma alla fine, dopo un’ora di attesa, ci ha rinunciato. Ma da quello che ho capito non è negligenza degli autisti, ma non ci sono i mezzi”.

Una situazione che accomuna molte persone. Anche Francesca, infatti, incontra qualche difficoltà: “Uso spesso l’autobus. Devo dire che i ritardi non sono tantissimi, ma a volte capita. Quello che mi colpisce, però, sono le poche corse, ragion per cui spesso c’è troppo affollamento. Ricordo che quando andavo all’università e prendevo la 431 nera era una lotta per salire”.

A differenza loro, Roberta è più fortunata: “Sarà per gli orari in cui mi muovo, non so, ma io non ho incontrato molte difficoltà. Anche se so che ci sono molti problemi. Mi capita di parlare con gli autisti. So che non ci sono mezzi e che da tempo ci sono difficoltà economiche. Posso dire con certezza che loro ci mettono il massimo impegno e che la colpa non credo sia loro”.

Una situazione che non si sa ancora per quanto tempo andrà a lungo. I sindacati e le parti interessate stanno cercando di trovare nuovi accordi che possano soddisfare le esigenze di tutti. Ma sarà solo da un confronto decisivo e concreto tra l’Azienda Municipale Trasporti di Catania e la Regione che si potranno avere delle risposte.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA