Crisi

Amt, faccia a faccia tra commissione comunale e sindacati. Ma è ancora buio

foto-archivio-incontro-tra-commissione-e-sindacati
26 set 2016 - 18:18

CATANIA - Prosegue il lavoro della commissione comunale alla Viabilità per discutere l’attuale situazione in cui versa l’Amt, appesantita da un passivo di decine di milioni di euro, e valutare tutte le possibili soluzioni da intraprendere, anche alla luce degli scioperi portati avanti dai sindacati, per mantenere in vita il trasporto pubblico a Catania.

Vi riportiamo pertanto le dichiarazioni rilasciate dal presidente della commissione Carmelo Sofia: Ci siamo attivati immediatamente insieme agli altri componenti per costruire un dialogo tra le parti, evitare altri disagi al personale della partecipata e scongiurare possibili scenari dove a rimetterci, come sempre, sarebbero decine di migliaia di utenti. Abbiamo infatti dialogato con la Faisa Cisal, Ugl, Uil Trasporti, Cisl Trasporti e Cgil Trasporti”.

Nel corso della mattinata poi Giuseppe Scannella della Ugl Trasporti ha sottolineato che “ci sono troppi debiti che affondano l’azienda in una profonda crisi. Il malumore di tutti gli addetti ai lavori è evidente e per questo lamentiamo la totale assenza di un piano industriale per l’Amt e la mancanza di contratti di affidamento. Senza entrare nelle vicende legate alla nomina del nuovo presidente - continua Scannella – ci aspettavamo un altro tipo di management per quest’azienda. Detto questo cercheremo di incontrarlo quanto prima per discutere con lui della situazione che viviamo ogni giorno”.

“Siamo di fronte ad un contesto estremamente preoccupante – continua Sofia – e per questo il prossimo passo prevede un incontro tra la commissione alla Viabilità, con il neo presidente dell’azienda e l’assessore al ramo, per dettare le basi di un piano di interventi a breve, medio e lungo periodo. È fondamentale,quindi, stabilire un percorso mirato atto a garantire, quanto più possibile, un servizio decoroso all’utenza e maggiore serenità al personale dell’Amt. Un piano di rilancio, quindi, che non gravi sulle spalle dei lavoratori. In qualità di presidente della commissione ringrazio tutte le sigle sindacali presenti oggi - conclude Sofia – siamo di fronte ad un polveriera pronta ad esplodere da un momento all’altro. Oggi l’Amt ha milioni di debiti certi a fronte di decine di milioni di crediti che nessuno sa con certezza quando entreranno nelle sue casse. Qui non si tratta semplicemente di mancanza di liquidità ma di una questione molto più complessa per la quale servono risposte certe attraverso un intervento del sindaco Bianco che sta dimostrando con i fatti di avere a cuore le sorti della municipalizzata“. 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA