Confessione

“Sono stato io”: ammette di aver sparato per commettere una rapina

legge eguale per tutti
16 giu 2017 - 09:15

RIBERA - Ha ammesso la sua colpa e per questo ha ottenuto il patteggiamento della pena.

Ad aver confessato è stato Svetozr Damnjanovic, serbo di 33 anni, che, davanti al giudice dell’udienza preliminare, ha deciso di confessare quanto commesso. 

L’uomo ha confermato di aver messo a segno una rapina in casa di un imprenditore di Ribera (Agrigento). Il malvivente si è introdotto in casa della vittima con dei complici e, armato di pistola, ha minacciato l’imprenditore sparando alcuni colpi. Successivamente, l’imprenditore è stato picchiato.

Aver ammesso il reato, però, non ha evitato il carcere all’aggressore, che dovrà scontare la pena di 4 anni e 6 mesi di reclusione.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA