Maltempo

Allerta meteo: nell’occhio del “ciclone” Acireale e Giarre

pioggia auto
4 ott 2014 - 20:58

ACIREALE – La Sicilia continua ad essere attanagliata dal maltempo. Diramata l’allerta meteo per le prossime 24 ore. Lo hanno reso noto Roberto Barbagallo, sindaco di Acireale, e Rory Pietropaolo, assessore alla protezione civile. L’Acese infatti è ritenuto la zona più a rischio per l’incolumità dei cittadini e le condizioni meteo sono state costantemente monitorate dalla polizia municipale, dai vigili del fuoco e dai volontari della protezione civile. Il punto più pericoloso è risultato essere il torrente Lavinaio – Platani che è straripato in tarda mattinata sulle strade di Capo Mulini, causando un grave disagio e soprattutto molto spavento.

pioggia2

Barbagallo e Pietropaolo hanno convocato una riunione straordinaria al Centro operativo misto della protezione civile di corso Italia, dopo aver constatato i gravi danni a carico dei residenti della zona. Le zone più danneggiate (viale Cristoforo Colombo, via Piero Patti e via Provinciale per Santa Maria Ammalati) sono state segnalate per interventi urgenti di manutenzione. I lavori di messa in sicurezza del torrente sono già stati immediatamente ordinati dal sindaco. Quest’ultimo, insieme all’assessore alla protezione civile, raccomanda ai cittadini di limitarsi agli spostamenti indispensabili ed evitare di lasciare le proprie case, a meno che per un’emergenza, fino alla serata di domani. Inoltre sono invitati i residenti nei pressi del torrente alla massima prudenza, perché c’è la concreta possibilità che straripi nuovamente.

Anche a Giarre sono stati necessari gli interventi dei vigili del fuoco di Linguaglossa, Randazzo e Riposto, per i numerosi acquazzoni che hanno provocato danni in città e nei dintorni. A San Leonardello si registra il crollo di un tetto (per fortuna non ci sono feriti), in viale Libertà si è allagata la mansarda di una casa, un’altra abitazione in viale Sturzo è stata danneggiata da un allagamento. Via Fani, viale Libertà, corso Lombardia, via Martiri, via Pellico e via Ruggero I si sono trasformate in veri e propri fiumi causando un enorme disagio per i passanti e gli automobilisti.

pioggia3

Alla scuola elementare Don Bosco di via Gravina è stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco per gravi infiltrazioni di acqua piovana che rischiano di danneggiare ulteriolmente il plesso: i dirigenti scolastici hanno richiesto un aiuto considerevole da parte del Comune. In via Brancati una carreggiata è stata interdetta al traffico e transennata a causa di un avvallamento che vi si è formato. Il sindaco di Giarre, Roberto Bonaccorsi, contattato telefonicamente, ha dichiarato che sta seguendo in tempo reale l’evolversi della situazione. Dalla protezione civile si dice che sarebbe stato diramato un fax nel quale si evidenzia una situazione di pre allerta meteo.

Alessandra Modica – Mirko Regalbuto

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento