Denuncia

Allarme sicurezza in via Perrotta. Gli artisti del Bellini: “Abbiamo paura”

teatro bellini 15-10-14
15 ott 2014 - 14:34

CATANIA – “Due nostre colleghe sono state scippate e buttate a terra. Io una volta sono stata presa a calci da un ragazzo mentre ero sullo scooter. Abbiamo paura. Non ci sentiamo al sicuro. Qui si spaccia, si beve. Per questo la sera quando usciamo dal lavoro ci facciamo accompagnare fino alla macchina da qualcuno”.

A denunciare quel che accade in via Perrotta, Loretta, un’artista del coro del Massimo Bellini.

via perrotta 3

“Nella stradina - spiega Loretta - che costeggia il teatro catanese scatta il coprifuoco quando inizia a fare buio, visto che è poco illuminata. Quando usciamo in via Perrotta c’e di tutto, gente che bivacca, che spaccia. E non sono mancate le aggressioni”. 

E aggiunge. “Vivo nel terrore che possa capitarmi qualcosa. Non c’è sicurezza. Per questo chiediamo più vigilanza da parte delle forze dell’ordine”.

Via Perrotta poco sicura, la sera. Ma anche via Perrotta una strada trasformata in una latrina a cielo aperto.

via perrotta

“La strada è sporca - dice Concetta, artista del coro del Massimo Bellini - c’è una puzza insopportabile. La notte diventa una toilette pubblica”.

E infatti basta dare un’occhiata in giro per vedere le condizioni di via Perrotta. Anche Concetta punta il dito contro la mancanza di sicurezza. “La sera stiamo in guarda e usciamo da lavoro sempre in gruppo. Io una volta sono stata presa a spallate”.

“Ma il degrado - come ci fa notare una lavoratrice del Teatro - non è solo in questa via. A piazza Vincenzo Bellini, luogo simbolo della cultura, non è bello vedere le fioriere ridotte a posaceneri e deposito di spazzatura”.

Commenti

commenti

Mariangela Scandurra



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento