Minaccia

“Alfano farà la fine di Kennedy”, questo il piano della mafia corleonese

20 nov 2015 - 08:37

CORLEONE - Emergono nuovi e importanti dettagli dall’operazione antimafia “Grande passo 3″, su tutti la volontà di “punire” il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, considerato responsabile dell’inasprimento del 41bis. Le intercettazioni tra i capi della malavita confermano tutto:

Gli faremo fare la fine di Kennedy (il presidente americano ucciso nel 1963 – ndr). Se c’è l’accordo gli cafuddiamo (diamo – ndr) una botta in testa. Sono saliti grazie a noi. Angelino Alfano è un porco. Chi l’ha portato qua con i voti degli amici? È andato a finire là con Berlusconi e ora si sono dimenticati tutti“. Così due mafiosi intercettati dai carabinieri commentavano l’idea di eliminare il ministro dell’Interno.

A rinforzare questa pista delle dichiarazioni di Totò Riina che in carcere, in una discussione con il pubblico ministero, Nino Di Matteo, avrebbe usato parole pesanti contro lo stesso Alfano. 

Dalle galere dicono cose tinte (brutte ndr) su di lui“, commentano i mafiosi Masaracchia e Pillitteri, riferendosi alle lamentele dei boss carcerati sul ministro dell’Interno. “È un cane per tutti i carcerati Angelino Alfano“, aggiungono. 

Commenti

commenti

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento