La storia

Alessio sfrattato da casa: “Non mollerò di fronte a nulla”

Alessio Ossino
25 mar 2017 - 19:39

CATANIA – Le battaglie non finiscono qui per Alessio Ossino, che circa due mesi fa ha dovuto combattere per chiedere di poter rivedere suo figlio Loris. Adesso il noto cantante neomelodico catanese è stato sfrattato dall’abitazione in cui conviveva con la sua compagna e teme di perdere nuovamente il figlio.

Alessio Ossino è venuto a raccontarci la sua storia: l’ennesimo brutto colpo per il cantante neomelodico. Si tratta della storia di un uomo che pur essendo malato e avendo perso la diritta via per alcuni anni della sua vita, non ha mai smesso di combattere e non si è mai arreso di fronte a nulla.

Due giorni fa Alessio e la sua compagna sono stati cacciati da casa. I servizi sociali sono intervenuti subito e fortunatamente sono stati accolti in un B&B, anche se il luogo non era dei migliori. 

Alessio vede la persona che lo ama di più soffrire e per questo ha una motivazione in più per non mollare: “di fronte a me vedo ancora una luce. Ha anche deciso di parlare di persona al vicesindaco di Catania e al sindaco Enzo Bianco, per sapere se lo avrebbero aiutato dato che essendo malato non può vivere senza un tetto sicuro sotto il quale vivere. La risposta è stato un si, eppure sembra essere svanito nell’aria.

Ecco le parole di Alessio, che ringrazia moltissimo i servizi sociali, ma che sembra avere poca fiducia nel sindaco, un uomo “che dovrebbe rispettare le parole date e spero che al più presto ci sia una risposta concreta“.

Commenti

commenti

Roberta Rapisarda



© RIPRODUZIONE RISERVATA