Lettera

Agira, rifiuti radioattivi: il sindaco Greco dice “no” a Crocetta

Rifiuti Radiottivi
7 ago 2015 - 16:45

AGIRA - Negli ultimi tempi il tasto dolente che ha colpito la Sicilia è l’individuazione di un’area per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti radioattivi.

Nello specifico, le zone interessate sono quelle tra il comune di Agira e quello di Assoro, ma questo ha generato non poche polemiche, soprattutto per la sicurezza degli abitanti dei due paesi. Per questo, il sindaco di Agira Maria Greco ha inviato una lettera al presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, invitandolo a escludere dalla lista il suo comune. 

Di seguito il contenuto del documento:

“Onorevole Presidente,

con la presente, la scrivente nella qualità di Sindaco del comune di Agira e Deputato Nazionale del Partito Democratico, intende informare la S.V. Ill.ma, dopo ampio risalto nei giorni scorsi da parte dei mass-media, circa la grave e urgente problematica inerenti la possibilità di localizzare nel territorio della provincia di Enna, ed esattamente tra il comune di Agira e Assoro di un sito idoneo a ospitare il deposito nazionale dei rifiuti radioattivi.

Dalle informazioni assunte dalla scrivente, la procedura e la relativa tempistica per giungere alla individuazione, sono disciplinate dall’articolo 27 del decreto legislativo n. 31 del 2010, come modificato e integrato dal decreto legislativo n. 45 del 2014, il quale regolamenta finanche i soggetti che parteciperanno al processo partecipativo successivo alla pubblicazione della Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee, in sigla CNAPI. Dallo scorso 20 luglio la proposta di Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (CNAPI) è all’esame delle competenti strutture. Completata l’istruttoria inizierà la fase di consultazione pubblica nell’ambito della quale tutti i soggetti coinvolti e/o interessati potranno formulare osservazioni e proposte.

Considerata l’urgenza della problematica esposta e confidando nella Sua attenzione, Le comunico sin d’ora la contrarietà personale e politica a localizzare “eventualmente” nel nostro territorio il sopra citato deposito. In via previdenziale, nel ritenere prioritario la tutela e la difesa della salute dei cittadini e del patrimonio ambientale e culturale presente nel territorio siciliano.

La invito altresì qualora nella Regione Sicilia risultassero presenti aree individuate come “aree idonee” alla localizzazione del deposito nazionale per lo smaltimento dei rifiuti radioattivi, a comunicare il proprio non interesse ad ospitare il suddetto deposito, così come previsto dall’articolo 27, comma 7 del D.Lgs. 31/2010.

Con la presente le chiedo inoltre un incontro con la S.V. lll.ma per poter dettagliatamente illustrare il rischio di quanto sopra esposto. 

Se disponibile, sarà cura della scrivente invitare all’incontro anche le autorità istituzionali del territorio interessato.

Cordialmente.
Il Sindaco 
Avv. Maria Gaetana Greco”

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento