Sparatoria

Agguato di Biancavilla, dietro si cela una storia d’amore

carabinieri
6 ago 2016 - 16:39

BIANCAVILLA - È stato fermato un uomo per l’agguato di ieri a Biancavilla, in via San Zenone: si tratta di Marcello La Delfa, 35enne, già noto alle forze dell’ordine per maltrattamenti in famiglia. L’uomo infatti era già stato arrestato e rilasciato lo scorso maggio.

marcello la delfa

Fondamentale in questa vicenda è stato Antonio Erba, il 27enne vittima della sparatoria. È vivo per miracolo, ricoverato al Cannizzaro di Catania in prognosi riservata: il 27enne infatti è stato in grado di parlare e ricostruire l’accaduto.

Dunque c’è una storia d’amore alle spalle di questa situazione: pare infatti che il 27enne abbia avuto una relazione con la moglie del sospettato. Inoltre un mese fa vide la propria auto avvolta dalle fiamme, e non è certo un azzardo ipotizzare che i due eventi siano strettamente collegati.

La Delfa intanto, dopo essere stato raggiunto a Giardini Naxos, grazie al Gps del suo cellulare, si trova adesso rinchiuso nel carcere catanese di Piazza Lanza.

Omar Qasem



© RIPRODUZIONE RISERVATA