Carabinieri

Coppietta aggredita e derubata: fermati 4 palermitani

carabinieri-monte-pellegrino
6 ott 2016 - 17:58

PALERMO - Stavano dialogando e sorseggiando qualcosa da bere nella loro auto, quando all’improvviso sono stati aggrediti e derubati.

È accaduto la scorsa notte, in via Pietro Bonanno, ai piedi del Monte Pellegrino. Due giovani, di 21 e 27 anni, di rientro da una serata trascorsa insieme, si stavano intrattenendo nella loro auto, una Fiat Stilo, quando hanno sentito il rombo assordante di alcuni motori, diretti verso il Monte.

All’inizio, non sembrava ci fosse qualcosa di strano, ma d’un tratto i due giovani si sono accorti che quei motocicli, quattro in tutto, con in sella sei persone, stavano tornando indietro e si posizionavano intorno al veicolo per accerchiarlo.

Ed ecco il momento di paura per i due malcapitati. Uno dei malviventi ha aperto repentinamente lo sportello dell’auto minacciando la ragazza, mentre gli altri tenevano bloccato in auto il ragazzo.

La giovane, spaventata e senza pensarci due volte, ha dato loro i pochi soldi che aveva in tasca, circa 15 euro. La sua più grande paura, ha poi raccontato ai carabinieri, era che potessero essere armati, poiché “mettevano continuamente le mani in tasca“, come se volessero farle capire di possedere delle armi.

Anche il ragazzo, rimasto in auto braccato dai malviventi, è stato privato del denaro, anche lui di circa 15 euro, del telefono cellulare, di un orologio da polso e di un bracciale in oro.

La banda si è inoltre impossessata di una borsa in pelle sintetica con dentro un tablet.

Terminata la rapina, i sei motociclisti hanno provveduto a staccare le chiavi dell’auto dal quadro motore per evitare la fuga delle giovani vittime.

Fortunatamente i carabinieri sono giunti in tempo per fermare quattro dei sei giovani malfattori, tutti palermitani.

Tra loro Isidoro La Monica, 29 anni, trovato in possesso di un coltello a serramanico e il 26enne Salvatore Patti.

Da sx Salvatore Patti e Isidoro La Monica

Da sx Salvatore Patti e Isidoro La Monica

E ancora Luigi Lisacchi, 22 anni, anche lui trovato in possesso di un coltello a serramanico e il 19enne Antonio Geraci.

Da sx Luigi Lisacchi e Antonio Geraci,

Da sx Luigi Lisacchi e Antonio Geraci

I malviventi sono stati arrestati con l’accusa di rapina aggravata in concorso e portati al carcere Pagliarelli a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Sono ancora in corso le indagini per identificare gli altri due complici, che sono riusciti a fuggire portando con sé gli oggetti del giovane. I beni della ragazza, invece, sono stati recuperati e restituiti.

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA