Irregolarità

“Affittopoli” nel Trapanese, falsi contratti e canoni in nero per oltre 1 mln e mezzo di euro

contratto in nero
20 apr 2016 - 09:38

TRAPANI - Centrotrenta possidenti controllati per affitti in nero, oltre un milione e mezzo di euro di redditi da locazione non dichiarati e ventisei evasori totali.

Sono i numeri della vasta operazione condotta dai finanzieri della Tenenza di Castelvetrano che ha sottoposto a controllo le posizioni di proprietari di seconde e terze case, di ville e capannoni commerciali, risultati affittati a italiani e stranieri a Castelvetrano, Vita, Salemi, Poggioreale, Gibellina, Partanna, Salaparuta e Santa Ninfa.

Accertati falsi contratti di comodato d’uso che nascondevano veri e propri contratti di locazione; verificate la mancata registrazione di contratti di locazione conclusi verbalmente tra privati e la stipula e registrazione di contratti di locazione con canoni inferiori a quelli effettivamente percepiti, nonché l’omessa dichiarazione dei canoni di locazione incassati.

Tra i soggetti non in regola con il Fisco anche un ricco proprietario di vari appartamenti, affittati con contratti regolarmente registrati, che non ha dichiarato i canoni di locazione percepiti in tre anni complessivi, ammontanti ad oltre 80 mila euro.

Sono stati individuati anche 26 evasori totali, che non hanno presentato alcuna dichiarazione fiscale. Complessivamente sono stati constatati canoni non dichiarati per circa 1,5 milioni di euro, con corrispondente evasione dell’imposta sui redditi e dell’imposta di registro.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA