Aggressione

Acireale: disoccupato e drogato prende a pugni i genitori. Voleva soldi per la cocaina

aggressione genitori
26 mag 2016 - 12:17

ACIREALE - I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Acireale hanno arrestato, in flagranza, un 33enne, del luogo, reo di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

È accaduto stanotte all’interno di una abitazione di Via Salvatore Vigo ad Acireale laddove l’uomo, un disoccupato, sembra con problemi di dipendenza da cocaina, all’ennesima crisi di astinenza ha richiesto dei soldi ai genitori, il padre 65enne e la madre 57enne.

Al diniego espresso da quest’ultimi, colto da raptus, ha iniziato a picchiarli con pugni e schiaffi lanciandogli addosso addirittura dei suppellettili.

La madre, riuscendo a rinchiudersi in una stanza, ha chiesto aiuto al 112 permettendo, nel giro di pochi minuti, l’arrivo di una pattuglia del pronto intervento che acceduta nell’appartamento, dopo una breve colluttazione, ha bloccato ed ammanettato l’aggressore.

Il padre, visitato al pronto soccorso dell’Ospedale di Acireale, è stato riscontrato affetto da “trauma cranico minore (contusione parietale sinistra)” con una prognosi di 5 giorni. L’arrestato, in attesa del rito per direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA