Intimidazioni

Acireale: città e sindaci del territorio si stringono a Barbagallo e D’Agostino

maxresdefault
4 apr 2015 - 17:08

ACIREALE - Grande e sentita partecipazione stamattina al Palazzo del Turismo di Acireale per l’assemblea cittadina indetta dal Comitato CambiAmo Acireale per esprimere solidarietà al sindaco Roberto Barbagallo e al deputato regionale Nicola D’Agostino, vittime nella notte tra giovedì e venerdì di un duplice atto intimidatorio.

L’assemblea è iniziata con il saluto del portavoce di CambiAmo Acireale, Marcello Bonaventura, che ha sottolineato il valore dell’ampia partecipazione di cittadini, rappresentanti della politica, delle forze dell’ordine e della società civile alla manifestazione: ‹‹Ripristinare le regole di corretta convivenza e vivibilità, delle attività economiche svolte nella legalità ha fatto smuovere un livello superiore di reazione. Oggi tutti i presenti stanno dando non solo un segnale di vicinanza alle vittime, ma stanno esprimendo piena condanna a questi atti criminali vergognosi››.

Il sindaco Roberto Barbagallo, assente perché contemporaneamente ascoltato al Comando provinciale dei Carabineri, ha voluto esprimere con un messaggio la sua gratitudine a tutti i partecipanti e comunicare di avere nominato, in quanto soggetto offeso, quale suo difensore l’avvocato Enzo Mellia e che nel momento in cui saranno individuati i responsabili il Comune di Acireale si costituirà parte civile nel processo.

Sono intervenuti per esprimere solidarietà a Roberto Barbagallo, a Nicola D’Agostino e alle loro famiglie il comandante della Polizia Municipale di Acireale Antonino Molino, il segretario dell’Associazione forense acese Giovanni Battiato, il deputato regionale Angela Foti, il deputato nazionale Andrea Vecchio, il vice direttore provinciale di Confcommercio Francesco Sorbello, il segretario generale del Comune di Acireale Giovanni Spinella e Maurizio Musumeci del circolo acese del Pd.

Particolarmente sentiti gli interventi di Enzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale Anci e sindaco di Catania, di Marco Sinatra, sindaco di Vizzini, Santo Caruso, sindaco di Aci Sant’Antonio e Ascenzio Maesano, sindaco di Aci Catena. Era presente anche il sindaco di San Giovanni la Punta Andrea Barbaro Messina. Un telegramma di solidarietà è giunto a Barbagallo anche dal sindaco di Caltagirone Bonanno.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento