Mozione

Acicastello: Maugeri promuove la “Nomina prioritaria disoccupati come scrutatori elettorali”

Municipio di Aci_Castello
24 feb 2016 - 17:26

CATANIA - “La mozione che ho presentato oggi impegna il sindaco, il consiglio comunale e la commissione elettorale di Acicastello a cambiare il sistema di reclutamento degli scrutatori elettorali dando priorità a disoccupati, persone a basso reddito e studenti”.

Sono queste le parole di Antonio Maugeri, consigliere comunale di Acicastello, che dopo aver protocollato la mozione “Nomina prioritaria di disoccupati, persone a basso reddito e studenti come scrutatori elettorali” proprio questa mattina, si dice fiducioso di un riscontro da parte dell’amministrazione.

Antonio Giornale foto - Copia

Si tratta di un vero e proprio passo in avanti in favore di giovani e meno giovani che al momento non se la passano bene dal punto di vista economico.

In cosa consiste la “nomina prioritaria”?

“Fortunatamente abbiamo già un sistema trasparente per la nomina degli scrutatori che consiste nel sorteggio in pubblico in sala comunale - afferma il consigliere Maugeri -. La novità sarebbe quella di dare priorità ad alcuni nomi iscritti all’albo in base a due criteri: la disoccupazione, reddito nullo o inferiore alla soglia di povertà”. 

Come accertare la condizione economica del candidato scrutatore?

“Si tratta di una verifica incrociata di dati già in possesso dell’amministrazione comunale o acquisibili da altre pubbliche amministrazioni - spiega Maugeri -. Nello specifico si potrebbe controllare la certificazione ISEE, le richieste d’assistenza o di iscrizione alle liste di collocamento che sono state emesse – continua Maugeri - ma sono gli stessi candidati che possono segnalare la loro condizione all’ufficio elettorale durante le settimane precedenti la nomina”.

E per quanto riguarda gli studenti?

“Vogliamo offrire questa possibilità anche alle persone regolarmente iscritte all’Università che non hanno superato i 30 anni e che non hanno alcun reddito - conclude Maugeri -. Questi giovani potranno presentare la certificazione relativa alla propria iscrizione via e-mail all’ufficio elettorale e accedere alla nomina degli scrutatori al pari di cittadini disoccupati/inoccupati”.

Vittoria Marletta



© RIPRODUZIONE RISERVATA