Incendio

Aci Castello, in fiamme la segreteria del sindaco

Vigili-del-Fuoco-690x300
18 nov 2016 - 09:44

ACI CASTELLO - Probabilmente un problema all’impianto elettrico e poi tanta paura per alcune esplosioni. Fortunatamente non ci sono state gravi conseguenze.

È quanto accaduto in via Manganelli ad Aci Castello, dove è stato richiesto l’intervento dei vigili del fuoco per spegnere un incendio di alcuni fili elettrici. A innescare le fiamme sarebbe stata una sovratensione.

Il sovraccarico ha provocato gravi problemi anche all’interno di alcuni uffici comunali, dove hanno preso fuoco un condizionatore e una macchinetta del caffè. Problemi anche in strada, dato che la sovratensione ha fatto saltare anche due tombini.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Acireale, che sono dovuti ricorrere all’utilizzo di un’autobotte per domare le fiamme.

L’assessore ai lavori pubblici Salvo Danubio ha dichiarato: “In riferimento all’incendio di questa mattina volevo sottolineare che si è verificato a causa di un picco di alta tensione, che ha coinvolto buona parte del quartiere dove si trova il Comune, facendo saltare perfino un tombino in una delle vie nei pressi del Municipio. Nella stanza da dove è scaturito l’incendio oltre al condizionatore c’erano altri elementi elettronici per cui non si può ancora definire da dove si partito l’incendio. Il comune sta predisponendo una relazione per un’eventuale richiesta di risarcimento danni“.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA