Tragedia

Roberto Russo
Gip convalida arresto

Tribunale Catania
28 ago 2014 - 14:28

CATANIA - Proprio stamane il gip di Catania, Flavia Panzano, ha convalidato l’arresto di Roberto Russo, il 47enne che si è reso responsabile della morte della figlia 12enne, Laura, aggredita durante la notte insieme alla sorellina Marica, di 14 anni. Quest’ultima, a causa di un’emorragia dovuta al copioso versamento da un’arteria recisa, è ricoverata in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale Garibaldi di Catania, con prognosi riservata e lotta per la vita.

Il gip, accogliendo la richiesta del sostituto procuratore Agata Santonocito, ha convalidato il suo fermo e ha, inoltre, emesso nei confronti dell’uomo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio e tentativo di omicidio aggravati.

Russo, in preda al raptus di follia che lo ha posseduto la notte del 22 agosto scorso, ha anche tentato di togliersi la vita procurandosi una profonda ferita all’addome.

Sarebbe sicuramente riuscito nell’intento se non fossero intervenuti i due figli Andrea di 22 anni ed Emanuele di 17, allertati dal trambusto scatenato dall’ira del padre.

Roberto Russo è attualmente ricoverato nel reparto “detenuti” dell’ospedale Cannizzaro di Catania. L’uomo è stato sottoposto a un intervento chirurgico.

Versa, anch’egli, in gravi condizioni, ma non è in pericolo di vita.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati