Rapina

Partinico: picchiato selvaggiamente nella sua abitazione

Carcere "Ucciardone" Palermo
Il Carcere "Ucciardone" di Palermo
22 ago 2014 - 11:19

PARTINICO - Rapina e sequestro di persona sono i capi d’accusa imputati al 24enne Salvatore Cortese di Partinico (Pa).
Il giovane partinicese, con l’ausilio di un complice non ancora identificato, intorno alle 19.00 di ieri, è entrato nell’abitazione di un compaesano 46enne che, proprio in quell’istante, stava rincasando.

Cortese Salvatore, 24 anni

Salvatore Cortese, 24 anni

L’uomo è stato avvicinato sull’uscio del portone d’ingresso della sua abitazione dai due malintenzionati che gli hanno chiesto con insistenza di essere accolti in casa, accampando la scusa di aver la necessità di usare il bagno.

Nonostante il rifiuto del 46enne di assecondare la richiesta dei due giovani, questi ultimi non hanno desistito dal loro intento e, con estrema violenza, hanno spinto l’uomo dentro l’abitazione.
Sono seguiti attimi di violenza e di terrore per la vittima.
Dopo essere stato immobilizzato, selvaggiamente picchiato e minacciato di morte, infatti, il malcapitato è stato costretto a consegnare agli aggressori seicento euro in contanti, custoditi in casa, nella speranza che questi lasciassero l’abitazione e mettessero fine all’aggressione.

Intascato il bottino, i due malviventi hanno, inoltre, trascinato la vittima nel sottoscala per rinchiuderla nel ripostiglio. Solo dopo alcuni minuti l’uomo, sfondando la porta, è riuscito ad allertare i Carabinieri.

Le indagini, puntuali e tempestive, degli uomini dell’Arma, hanno permesso di identificare in Salvatore Cortese, uno dei due rapinatori. Il 24enne è stato arrestato e condotto nella Casa Circondariale “Ucciardone” di Palermo.

La vittima ha riportato un trauma cranico e resta in osservazione nella struttura ospedaliera della città.

Commenti

commenti

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA