Arresto

Maltrattava la madre, il fratello e la cognata

maltrattamento violenza abuso
28 ago 2014 - 18:53

ENNA - E’ stato deciso il destino del ventiduenne di Pietraperzia, Gianluca Gallo, accusato di aver maltrattato la madre, il fratello, e la cognata.

Aveva già ricevuto una misura di prevenzione da parte del questore di Enna a causa del suo costante atteggiamento irascibile nei confronti dei parenti. Inizialmente, il comportamento del giovane sembrava essere giustificato dall’incidente sul trattore di cui era stato vittima nel 2008, che gli causò delle ferite alla colonna vertebrale costringendolo ad abbandonare ogni attività lavorativa e condannandolo a forti dolori alle gambe.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è caduta nel momento in cui il ragazzo ha avuto un acceso diverbio con la cognata, a seguito del quale ha poi afferrato minacciosamente una zappa, che ha utilizzato per danneggiare i mobili e i suppellettili dell’appartamento della famiglia, senza comunque colpire i parenti. Le grida della madre hanno insospettito i vicini, che hanno prontamente avvisato i carabinieri.

Passato il momento di tensione, Gianluca si è allontanato dall’appartamento. Al suo ritorno, il giovane ha trovato davanti a sé i militari dell’arma che, prontamente, hanno bloccato il ragazzo.

L’arresto è stato convalidato dal giudice Ottavio Grasso, ma niente arresti domiciliari, chiesti dal pm Anna Granata. Tuttavia egli è costretto a mantenere le distanze dall’abitazione della madre e del fratellastro. In compenso il ragazzo, grazie alle argomentazioni difensive del suo legale, l’avvocato Gaetano Giunta, verrà ospitato dalla zia, nella sua abitazione di Caltanissetta.

Commenti

commenti

Mirko Regalbuto



© RIPRODUZIONE RISERVATA